Segnalazione Progetto: Stranded A short-film about life, loss and self-closure

10/06/2019

GIOVANI ARTISTI DA SOSTENERE:

CLICCA QUI PER CONOSCERE IL LORO PROGETTO


https://www.kickstarter.com/projects/stranded-2019/stranded-1?fbclid=IwAR0twfsgWg-3QFxxhT0fGmaUG1eHrd37ODHxYOHlN-XMc-NgfZNesqhRhsc

 

Gino è un Regista italiano con base a Londra con una forte inclinazione verso la Direzione della Fotografia. Si laurea in Disciplina delle Arti Visive, della Musica e dello Spettacolo con 110 e lode presso l’Università di Salerno. In questo arco di tempo scrive e dirige 3 cortometraggi, oltre a lavorare a diversi spot, documentari e lungometraggi indipendenti. Nel 2014 scrive e dirige un documentario/intervista al pluripremiato Direttore della Fotografia Vittorio Storaro (che egli considera suo mentore). Questo incontro lo spinge a continuare i suoi studi in un luogo che gli permetta di fondere il suo bagaglio culturale ad una forte preparazione tecnica. Per questo motivo, dopo una lunga ricerca in Europa e negli Stati Uniti, si iscrive al Master of Arts in Filmmaking alla London Film School, dove dirige 2 cortometraggi, cura la Direzione della Fotografia di altri 4 e partecipa a numerosi progetti con ruoli diversi, all’interno e al di fuori della scuola. Predilige il visual storytelling, concetto secondo il quale azioni, scelte nell’uso della camera, del suono e di scenografia, parlino più delle parole. Sulla base di ciò, crede fermamente che il pieno coinvolgimento e una buona comunicazione tra reparti consenta di giungere all'essenza della storia oltre la mera estetica dell'immagine.

 
https://www.kickstarter.com/projects/stranded-2019/stranded-1?fbclid=IwAR0twfsgWg-3QFxxhT0fGmaUG1eHrd37ODHxYOHlN-XMc-NgfZNesqhRhsc
 
“Mi sono sempre preoccupato molto del futuro. Mi sono posto degli obbiettivi, sempre maggiori, che crescendo ho capito di non raggiungere perché li spingevo ogni volta più in là, alzando la posta. Poi aumentando le mie esperienze di vita, mi sono ritrovato spesso bloccato in eventi del passato, finché ho capito che non stavo vivendo il mio presente. Confrontandomi con le persone che ho incontrato lungo la mia strada, ho realizzato che questa condizione è molto condivisa, è “umana”. Ciò ha ispirato questa storia e il suo messaggio, rivolto soprattutto ai sognatori come me, è quello di vivere il presente e non sprecare nessuna esperienza che possa sembrare vana rispetto all’obbiettivo finale.” [Regista: Gino Vitolo]